In Altro

NY PAROSSISTICO POSIZIONALE DA INTERESSAMENTO DEL CSP(VARIANTE APOGEOTROPA)

FISIOPATOLOGIA

Diversamente da quanto succede nella variante geotropa, la variante apogeotropa è caratterizzata da un nistagmo scatenato da qualsiasi movimento della testa, sia sul piano verticale del CSP interessato che sul piano del CSP controlaterale  o anche in posizione di Rose. L’andamento temporale del nistagmo, non è chiaramente parossistico, perché la sua intensità è minore rispetto a quella del nistagmo da VPP del CSP nella variante tipica. Infatti, quando l’ammasso otoconiale si trova nel braccio non ampollare del CSP, esso si sposta più lentamente a parità di rapidità di posizionamento, rispetto a quando sono in sede periampollare, forse perché frenati dall’attrito con le pareti del canale. Da non trascurare il fatto che il percorso dei detriti è molto più breve rispetto alla variante geotropa e che il nistagmo è generato da uno stimolo inibitorio. Il fatto che la componente verticale del nistagmo prevale su quella rotatoria, è senz’altro legata alla disposizione anatomica del canale. Se per un attimo pensiamo alla manovra di Epley, nel passaggio dal braccio ampollare a quello non ampollare, il CSP ruotando su se stesso, avvicinerà la seconda porzione del canale al piano sagittale, e quindi la componente lineare del vettore, che rappresenta la direzione del ny ,determinata dal tratto di canale adiacente alla crus comune, sarà maggiore rispetto alla componente rotatoria. E’ quello che osserviamo quando l’ammasso otoconiale imbocca la crus comune, determinando un ny rotatorio antiorario down -beating. (CSP sn)

CARATTERISTICHE

E’ un ny dissociato, senza latenza.

E’ verticale rotatorio:rotatorio in occhio(oo) IPSA,verticale in CONTRA

Gli otoconi sono localizzati nel braccio non ampollare. A testa iperestesa,in decubito supino,si avrà una corrente ampullipeta inibitoria,ed una inibizione del n.ampollare post.

E’ di solito un ny molto lungo,per cui e’ fondamentale la registrazione per qualche minuto,aspettare CON PAZIENZA ,spesso il ny sembra non esaurirsi.

L’andamento pertanto è similparossistico,spesso stazionario.Trattasi di un NY APOGEOTROPO

Di solito manca l’inversione in posizione seduta, potendo persistere il rotatorio down-beating.

L’affaticabilità è scarsa o assente.

IL PAZIENTE AVVERTE UNA FASTIDIOSA SENSAZIONE DI DISEQUILIBRIO SUBCONTINUA IN STAZIONE ERETTA E NELLA DEAMBULAZIONE.

Rispetto alla variante geotropa del CSP,si può notare come l’impegno dei muscoli oculomotori interessati,  danno dei movimenti oculari particolari.Ricordo infatti ,che oltre ad una funzione primaria,hanno anche una funzione secondaria e terziaria, con abduzione ed extraciclorotazione.

LA COMPONENTE ROTATORIA,A VOLTE MODESTA CI INDICA IL CANALE INTERESSATO.

FASE LENTA (corrente ampullipeta inibitoria)


Contrazione del m.obliquo inf.ipsa e retto sup.contra,con movimento oculare lento quasi a rallenty,torsionale più evidente nell’oo ipsa orario per il CSP SN, ed antiorario per il CSP DX e componente lineare rivolta in alto UP-beating  nell’oo controlaterale .

FASE RAPIDA 


E’ DIRETTA IN SENSO OPPOSTO: cioè antiorario per il CSP SN, per la componente torsionale,ed orario per il CSP DX.

La componente lineare è diretta in basso in entrambi i casi.

SINTESI


LA COMPONENTE  VERTICALE DEL NY PREVALE SU QUELLA ROTATORIA,PERCHE’ PASSANDO DAL BRACCIO AMPOLLARE,ALLA PARTE NON AMPOLLARE, CI SI AVVICINA AL PIANO SAGITTALE E ALLA CRUS COMUNE ,E QUINDI ALLA COMPONENTE LINEARE DEL VETTORE.

NEL RITORNO IN POSIZIONE SEDUTA,LA STIMOLAZIONE E’ ECCITATORIA,MA IL NY E’ COSI’ PICCOLO DA NON DARE SINTOMI INTENSI.

IL PAZIENTE TUTTAVIA STA PEGGIO, PERCHE’ PERSISTE ANCORA UN NY ROTATORIO DOWN -BEATING INIBITORIO,CHE SI ESAURISCE DIFFICILMENTE IN POSIZIONE SEDUTA.

SE PER UN ATTIMO PENSIAMO ALLA POSIZIONE DEI DETRITI ,COME SE FOSSERO IN BILICO ,SI COMPRENDE COME IL LORO SPOSTAMENTO AVVENGA CON PIU’ FACILITA’ AL MINIMO MOVIMENTO DEL CAPO E QUANDO IL PAZIENTE CAMMINA.

E’ LECITO PENSARE ,A QUESTO RIGUARDO, CHE CI SIA UN ANOMALIA ANATOMICA DEL LUME CANALARE CHE BLOCCA L’AMMASSO OTOCONIALE ,E CHE  DETERMINA NON POCHE DIFFICOLTA’ NEI TENTATIVI DI LIBERAZIONE DEL CANALE.

IN VERITA’,L’INCIDENZA DI QUESTA FORMA  E’ RELATIVAMENTE BASSA,COME QUELLA DEL CSA, E L’IPOTESI PIU’PLAUSIBILE, E’ CHE  L’INGRESSO DEL MATERIALE OTOCONIALE ,AVVENGA A SEGUITO DI UNA MANOVRA DI RIPOSIZIONAMENTO DI UNA VPP DI UN ALTRO CANALE (CANAL SWITCH DAL CSL etc.  )INFINE ,RICORDO CHE UNA STIMOLAZIONE AMPULLIPETA DEL CSP,E’ INDISTINGUIBILE DAL NY PROVOCATO DA UNA VPP DEL CSA DEL LATO OPPOSTO.

LE MANOVRE A RIGUARDO SONO QUELLE DI TENTARE DI TRASFORMARE LA FORMA APOGEOTROPA IN  GEO. E LA MANOVRA DI EPLEY INVERTITA ETC..

QUESTO E’ IL FILMATO DI UNA PAZIENTE CON NY APOGEOTROPO DEL CSP SINISTRO

 

Post recenti
Comments
  • Dr. Rosario La Gumina
    Rispondi

    IL caso descritto è quello di una giovane donna,che presentava intolleranze alimentari importanti,con notevole dimagrimento negli ultimi anni.La densitometria ossea evidenziava una marcata osteoporosi.Il trattamento che ho intrapreso è stato quello di cercare di liberare il canale dall’ammasso otoconiale,cercando di trasformare la forma apo in geo con movimenti veloci da sn a dx in posizione di Hallpike.I vari tentavi sono esitati negativamente anche dopo stimolazione con vibratore a 500Hz. e decubito coatto sul fianco dx per alcune notti.
    Le conclusioni che ho tratto è che verosimilmente ci troviamo di fronte ad anomalia strutturale del canale con restringimento del lume canalare ed impossibilità del deflussso degli otoconi .

Leave a Comment

Contattaci

Inviaci una mail, risponderemo nel più breve tempo possibile.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt