Eventi da non perdere

Seminari, workshop, incontri.

16  Novembre  2019

VERTIGOFORUM

3° CORSO DI VESTIBOLOGIA CLINICA

Sede del Corso

Sala Meeting

dell’Hotel Bristol Palace,

Via XX Settembre ,35

Genova.

Siamo giunti al terzo Corso di Vestibologia Clinica e, cercando di organizzare un programma che non ripetesse quelli precedenti, abbiamo deciso di riunire argomenti apparentemente a se’ stanti, in realtàlegati tra loro da un filo conduttore che è l’originalità. Dopo aver sottolineato l’importanza dell’Anamnesiin Vestibologia, la Radiologia dell’apparato cocleovestibolare ci appassionerà, una relazione interessantee stimolante per un argomento spesso non sufficientemente approfondito. Di seguito una cavalcata trale vertigini farmacoindotte, il ruolo della ATM nel mantenimento della postura, il capitolo della immunità legato alla vertigine, le strategie diagnostiche strumentali legate al vHIT, l’applicazione del minimo stimolo nella diagnosi delle VPPB, i rapporti tra ipoacusia e vertigini. Completeranno il programma una dissertazione sulle deiscenze canalari tra mito e realtà ed un approfondimento sugli aspetti vestibolari del trauma. L’interattività con l’uditorio renderà dinamico e coinvolgente il programma.

 

Giorgio Peretti

Maurizio Bavazzano

ISCRIZIONI: Il corso è gratuito ma tassativa l’iscrizione da effettuare direttamente on line dal sito www.studioprogress.it e compilando il Form collegato al programma.

 

ECM: Il Corso conferisce 4,2 crediti ECM è accreditato per Fisioterapisti, Tecnici Audiometristi, Tecnico Audioprotesista e Medici specializzati in: Neurologia, Psichiatria, Otorinolaringoiatrica, Radiodiagnostica, Audiologia e Foniatria. Si ricorda che l’ottenimento dei crediti è subordinato all’intera partecipazione alle ore formative, nonchéalla compilazione in modo corretto nella misura del 75% del quiz di verifica dell’apprendimento.

Relatori e Moderatori

 

 

R. Albera (Torino)
M. Bavazzano (Genova)
A.P. Casani (Pisa)
G. Peretti (Genova)
P. Gamba (Brescia)
A. Laborai (Genova)
M. Manfrin (Pavia)
E. Navari (Pisa)
G. Pellitteri (Agrigento)
S. Quaglieri (Pavia)
E. Rebecchi (Piacenza)
R. Santimone (Piacenza)
S. Schiavoni (Genova)

 

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

StudioProgress Snc

Via Cattaneo, 51 – 25121 Brescia – Tel. 030 290326 – Fax 030 2809839 – info@studioprogress.it – www.studioprogress.it

6 – 7  Dicembre  2019

Corso di Formazione Vestibolare

Teorico Pratico

I.E.ME.S.T. Istituto Euro MEditerraneo di Scienza e Tecnologia
Piazzetta Briuccia (via Michele Miraglia), 20
Palermo

La vestibologia è senza dubbio una scienza affascinante, giovane ed in continua evoluzione, la scienza in cui le certezze di ieri diventate oggi obsolete, sono riviste e riscritte man mano che si vanno comprendendo i meccanismi  più intimi di funzionamento di questo piccolo, ma fondamentale organo senza il quale qualsiasi relazione con il nostro corpo e con l’ambiente ed in ultima analisi con la vita stessa non sarebbe possibile.

Scienza giovane ed in continua evoluzione, ed è per questo motivo che sono necessari continui aggiornamenti e confronti tra i professionisti che operano tutti i giorni nell’ambito della vestibologia clinica.

Questo corso vuole fare il punto della situazione attuale, con un approccio Teorico ma soprattutto Pratico,  con l’apporto di voci che hanno avuto ed hanno un ruolo fondamentale nella patologia dell’equilibrio in Italia.

Siamo partiti del dalle basi anatomiche e fisiologiche del VOR, che è senza dubbio il riflesso più indagato nello studio del paziente vertiginoso, per mettere a fuoco, se ce ne fosse bisogno, gli intimi meccanismi che lo generano, per passare all’approccio pratico attraverso la Bedside Examination,  fino alla diagnostica quotidiana, in un continuum che permetta di apprezzare gli elementi fondamentali dell’utilizzo del Video Head Impulse Test, e lo studio attraverso il VEMP di tutti recettori vestibolari, siano essi canalari che maculari.

Passando attraverso le principali e più frequenti patologie arriviamo in seconda giornata alla tavola rotonda dove esperti si confronteranno tra di loro e con l’uditorio su patologie ancora oggi più dibattute e frequenti: Malattia di Menière e Vertigine Emicranica.

Notevole spazio verrà riservato alle prove pratiche, di modo che ciascun partecipante possa testare in prima persona il dispositivo strumentale.

 

 

(English version)

Vestibology is certainly a fascinating science, young and constantly evolving, the science in which the yesterday’s certainties, today become obsolete, are reviewed and rewritten as we understand the most intimate mechanisms of functioning.

Young and evolving science, and for this reason, it requires continuous updates and in-depth analysis among clinicians who work every day with balance disorders.

The aim of this course to be a theoretical but, above all, a practical approach, with the contribution of speakers who have had and have a fundamental role in the equilibrium pathology in Italy

We start from the anatomical and physiological bases of VOR, which undoubtedly is the most investigated reflex in the vertiginous patient, to focus, if needed, the intimate mechanisms that generate it, then we move on to the practical approach through the Bedside Examination, in a path that allows us to appreciate the use of the Video Head Impulse Test, and  of the VEMP, so we can test all vestibular receptors.

Going through the main pathologies we arrive on the second day at the round table where experts will confront each other on pathologies that are still a challenge in diagnosis: Menière’s disease and Migraine Vertigo.

It will be reserved the afternoon for practical tests so each participant can prove personally the instrumental device.

Un grazie sentito a tutti gli amici presenti al Corso di Formazione vestibolare che si è tenuto il 6 – 7 dicembre presso l’ Istituto Euro Mediterraneo di Scienza e Tecnologia di Palermo.

Eravamo in tantissimi intervenuti da tutta italia. Entusiasmanti comunicazioni che ci anno tenuti incollati e con lo sguardo alle diapositive, affascinati dalla valenza dei relatori, voci davvero importanti nel panorama vestibolare Italiano.

Vale la pena ricordare la relazione del Professore Roberto Albera (Università di Torino) su alcuni aspetti particolari della malattia di Ménière.
E ancora il deficit vestibolare acuto di cui ha parlato il professore Augusto Casani dell’università di Pisa,
poi l’approccio clinico non strumentale del Dott Francesco Dispenza, e l’approccio clinico strumentale del Dott. Giuseppe Pellitteri,
poi su alcuno aspetti patogenetici della VPPB di cui ha parlato il Dott. Rosario La Gumina.

Animatissima la Tavola rotonda sulla malattia di Ménière e sulla vertigine emicranica.
Nella seconda sessione il Dott. Francesco Martinez ci ha parlato con estrema competenza delle turbe posturali nell’anziano con una relazione affascinante sulla Presbiastasia,

La professoressa Letizia Mauro ci ha affascinato con la sua colta relazione sul rischio caduta nel paziente anziano.

Il Dott. Luciano Venticinque ci ha ricordato la terapia medica nelle turbe dell’equilibrio, ed in ultimo, ma non sicuramente per importanza il Dott. Andrea Beghi che ha stupito con la sua interessantissima relazione sulla riabilitazione vestibolare.

E’ seguito un intenso un pomeriggio nel quale ci siamo dedicati alla sezione pratica del corso. Ci sono stati quattro momenti:

1.Le manovre liberatorie in tutte le forme di VPPB illustrate dal Dott. La Gumina,

2.Il vHIT condotto dal Dott. Pippo Pellitteri

3.I VEMP oculari e cervicali che ha visto impegnati l’ing Giulio Dehesh ed il dott. Giuseppe Pellitteri,

4. La registrazione ECoGh con il dott. Rosari La Gumina e Giulio Dehesh.

Esprimiamo insieme a tutto lo staff organizzativo la gioia di avervi avuto con noi e la speranza di rivederci presto.

6 – 7  Dicembre  2019

Corso di Formazione Vestibolare

Teorico Pratico

I.E.ME.S.T. Istituto Euro MEditerraneo di Scienza e Tecnologia
Piazzetta Briuccia (via Michele Miraglia), 20
Palermo

La vestibologia è senza dubbio una scienza affascinante, giovane ed in continua evoluzione, la scienza in cui le certezze di ieri diventate oggi obsolete, sono riviste e riscritte man mano che si vanno comprendendo i meccanismi  più intimi di funzionamento di questo piccolo, ma fondamentale organo senza il quale qualsiasi relazione con il nostro corpo e con l’ambiente ed in ultima analisi con la vita stessa non sarebbe possibile.

Scienza giovane ed in continua evoluzione, ed è per questo motivo che sono necessari continui aggiornamenti e confronti tra i professionisti che operano tutti i giorni nell’ambito della vestibologia clinica.

Questo corso vuole fare il punto della situazione attuale, con un approccio Teorico ma soprattutto Pratico,  con l’apporto di voci che hanno avuto ed hanno un ruolo fondamentale nella patologia dell’equilibrio in Italia.

Siamo partiti del dalle basi anatomiche e fisiologiche del VOR, che è senza dubbio il riflesso più indagato nello studio del paziente vertiginoso, per mettere a fuoco, se ce ne fosse bisogno, gli intimi meccanismi che lo generano, per passare all’approccio pratico attraverso la Bedside Examination,  fino alla diagnostica quotidiana, in un continuum che permetta di apprezzare gli elementi fondamentali dell’utilizzo del Video Head Impulse Test, e lo studio attraverso il VEMP di tutti recettori vestibolari, siano essi canalari che maculari.

Passando attraverso le principali e più frequenti patologie arriviamo in seconda giornata alla tavola rotonda dove esperti si confronteranno tra di loro e con l’uditorio su patologie ancora oggi più dibattute e frequenti: Malattia di Menière e Vertigine Emicranica.

Notevole spazio verrà riservato alle prove pratiche, di modo che ciascun partecipante possa testare in prima persona il dispositivo strumentale.

 

 

(English version)

Vestibology is certainly a fascinating science, young and constantly evolving, the science in which the yesterday’s certainties, today become obsolete, are reviewed and rewritten as we understand the most intimate mechanisms of functioning.

Young and evolving science, and for this reason, it requires continuous updates and in-depth analysis among clinicians who work every day with balance disorders.

The aim of this course to be a theoretical but, above all, a practical approach, with the contribution of speakers who have had and have a fundamental role in the equilibrium pathology in Italy

We start from the anatomical and physiological bases of VOR, which undoubtedly is the most investigated reflex in the vertiginous patient, to focus, if needed, the intimate mechanisms that generate it, then we move on to the practical approach through the Bedside Examination, in a path that allows us to appreciate the use of the Video Head Impulse Test, and  of the VEMP, so we can test all vestibular receptors.

Going through the main pathologies we arrive on the second day at the round table where experts will confront each other on pathologies that are still a challenge in diagnosis: Menière’s disease and Migraine Vertigo.

It will be reserved the afternoon for practical tests so each participant can prove personally the instrumental device.

Un grazie sentito a tutti gli amici presenti al Corso di Formazione vestibolare che si è tenuto il 6 – 7 dicembre presso l’ Istituto Euro Mediterraneo di Scienza e Tecnologia di Palermo.

Eravamo in tantissimi intervenuti da tutta italia. Entusiasmanti comunicazioni che ci anno tenuti incollati e con lo sguardo alle diapositive, affascinati dalla valenza dei relatori, voci davvero importanti nel panorama vestibolare Italiano.

Vale la pena ricordare la relazione del Professore Roberto Albera (Università di Torino) su alcuni aspetti particolari della malattia di Ménière.
E ancora il deficit vestibolare acuto di cui ha parlato il professore Augusto Casani dell’università di Pisa,
poi l’approccio clinico non strumentale del Dott Francesco Dispenza, e l’approccio clinico strumentale del Dott. Giuseppe Pellitteri,
poi su alcuno aspetti patogenetici della VPPB di cui ha parlato il Dott. Rosario La Gumina.

Animatissima la Tavola rotonda sulla malattia di Ménière e sulla vertigine emicranica.
Nella seconda sessione il Dott. Francesco Martinez ci ha parlato con estrema competenza delle turbe posturali nell’anziano con una relazione affascinante sulla Presbiastasia,

La professoressa Letizia Mauro ci ha affascinato con la sua colta relazione sul rischio caduta nel paziente anziano.

Il Dott. Luciano Venticinque ci ha ricordato la terapia medica nelle turbe dell’equilibrio, ed in ultimo, ma non sicuramente per importanza il Dott. Andrea Beghi che ha stupito con la sua interessantissima relazione sulla riabilitazione vestibolare.

E’ seguito un intenso un pomeriggio nel quale ci siamo dedicati alla sezione pratica del corso. Ci sono stati quattro momenti:

1.Le manovre liberatorie in tutte le forme di VPPB illustrate dal Dott. La Gumina,

2.Il vHIT condotto dal Dott. Pippo Pellitteri

3.I VEMP oculari e cervicali che ha visto impegnati l’ing Giulio Dehesh ed il dott. Giuseppe Pellitteri,

4. La registrazione ECoGh con il dott. Rosari La Gumina e Giulio Dehesh.

Esprimiamo insieme a tutto lo staff organizzativo la gioia di avervi avuto con noi e la speranza di rivederci presto.

6 – 7  Dicembre  2019

Corso di Formazione Vestibolare

Teorico Pratico

I.E.ME.S.T. Istituto Euro MEditerraneo di Scienza e Tecnologia
Piazzetta Briuccia (via Michele Miraglia), 20
Palermo

La vestibologia è senza dubbio una scienza affascinante, giovane ed in continua evoluzione, la scienza in cui le certezze di ieri diventate oggi obsolete, sono riviste e riscritte man mano che si vanno comprendendo i meccanismi  più intimi di funzionamento di questo piccolo, ma fondamentale organo senza il quale qualsiasi relazione con il nostro corpo e con l’ambiente ed in ultima analisi con la vita stessa non sarebbe possibile.

Scienza giovane ed in continua evoluzione, ed è per questo motivo che sono necessari continui aggiornamenti e confronti tra i professionisti che operano tutti i giorni nell’ambito della vestibologia clinica.

Questo corso vuole fare il punto della situazione attuale, con un approccio Teorico ma soprattutto Pratico,  con l’apporto di voci che hanno avuto ed hanno un ruolo fondamentale nella patologia dell’equilibrio in Italia.

Siamo partiti del dalle basi anatomiche e fisiologiche del VOR, che è senza dubbio il riflesso più indagato nello studio del paziente vertiginoso, per mettere a fuoco, se ce ne fosse bisogno, gli intimi meccanismi che lo generano, per passare all’approccio pratico attraverso la Bedside Examination,  fino alla diagnostica quotidiana, in un continuum che permetta di apprezzare gli elementi fondamentali dell’utilizzo del Video Head Impulse Test, e lo studio attraverso il VEMP di tutti recettori vestibolari, siano essi canalari che maculari.

Passando attraverso le principali e più frequenti patologie arriviamo in seconda giornata alla tavola rotonda dove esperti si confronteranno tra di loro e con l’uditorio su patologie ancora oggi più dibattute e frequenti: Malattia di Menière e Vertigine Emicranica.

Notevole spazio verrà riservato alle prove pratiche, di modo che ciascun partecipante possa testare in prima persona il dispositivo strumentale.

 

 

(English version)

Vestibology is certainly a fascinating science, young and constantly evolving, the science in which the yesterday’s certainties, today become obsolete, are reviewed and rewritten as we understand the most intimate mechanisms of functioning.

Young and evolving science, and for this reason, it requires continuous updates and in-depth analysis among clinicians who work every day with balance disorders.

The aim of this course to be a theoretical but, above all, a practical approach, with the contribution of speakers who have had and have a fundamental role in the equilibrium pathology in Italy

We start from the anatomical and physiological bases of VOR, which undoubtedly is the most investigated reflex in the vertiginous patient, to focus, if needed, the intimate mechanisms that generate it, then we move on to the practical approach through the Bedside Examination, in a path that allows us to appreciate the use of the Video Head Impulse Test, and  of the VEMP, so we can test all vestibular receptors.

Going through the main pathologies we arrive on the second day at the round table where experts will confront each other on pathologies that are still a challenge in diagnosis: Menière’s disease and Migraine Vertigo.

It will be reserved the afternoon for practical tests so each participant can prove personally the instrumental device.

Un grazie sentito a tutti gli amici presenti al Corso di Formazione vestibolare che si è tenuto il 6 – 7 dicembre presso l’ Istituto Euro Mediterraneo di Scienza e Tecnologia di Palermo.

Eravamo in tantissimi intervenuti da tutta italia. Entusiasmanti comunicazioni che ci anno tenuti incollati e con lo sguardo alle diapositive, affascinati dalla valenza dei relatori, voci davvero importanti nel panorama vestibolare Italiano.

Vale la pena ricordare la relazione del Professore Roberto Albera (Università di Torino) su alcuni aspetti particolari della malattia di Ménière.
E ancora il deficit vestibolare acuto di cui ha parlato il professore Augusto Casani dell’università di Pisa,
poi l’approccio clinico non strumentale del Dott Francesco Dispenza, e l’approccio clinico strumentale del Dott. Giuseppe Pellitteri,
poi su alcuno aspetti patogenetici della VPPB di cui ha parlato il Dott. Rosario La Gumina.

Animatissima la Tavola rotonda sulla malattia di Ménière e sulla vertigine emicranica.
Nella seconda sessione il Dott. Francesco Martinez ci ha parlato con estrema competenza delle turbe posturali nell’anziano con una relazione affascinante sulla Presbiastasia,

La professoressa Letizia Mauro ci ha affascinato con la sua colta relazione sul rischio caduta nel paziente anziano.

Il Dott. Luciano Venticinque ci ha ricordato la terapia medica nelle turbe dell’equilibrio, ed in ultimo, ma non sicuramente per importanza il Dott. Andrea Beghi che ha stupito con la sua interessantissima relazione sulla riabilitazione vestibolare.

E’ seguito un intenso un pomeriggio nel quale ci siamo dedicati alla sezione pratica del corso. Ci sono stati quattro momenti:

1.Le manovre liberatorie in tutte le forme di VPPB illustrate dal Dott. La Gumina,

2.Il vHIT condotto dal Dott. Pippo Pellitteri

3.I VEMP oculari e cervicali che ha visto impegnati l’ing Giulio Dehesh ed il dott. Giuseppe Pellitteri,

4. La registrazione ECoGh con il dott. Rosari La Gumina e Giulio Dehesh.

Esprimiamo insieme a tutto lo staff organizzativo la gioia di avervi avuto con noi e la speranza di rivederci presto.

16 Novembre 2018

Video Head Impulse Test

Aspetti Teorico Pratici

Corso Stati Uniti, 54 • Padova

  • Le basi anatomo-fisiologiche dei recettori vestibolari.
  • Principi e modalità della registrazione oculare nel VHIT: sistemi basati su accelerometri e sistemi basati sull’analisi delle immagini: pro e contro.
  • Misurazione dei movimenti di testa ed occhi da telecamera remota: Head pose estimation e pupil tracking.
  • Parametri interpretativi di base del VHIT: catch-up saccades: VOR gain; eye velocity shape.
  • Principi e modalità dell’esecuzione del V-HIT: interfaccia del programma. preparazione del paziente (tips & tricks), acquisizione a velocità random e/o multivelocità, espressione dei risultati, analisi delle sequenze video.
  • Analisi morfologica dei tracciati del VHIT su casi clinici.
  • La terapia antibiotica nella patologia Infettiva del labirinto.
  • L’approccio terapeutico al paziente vertiginoso.
  • Il VHIT nella patologia vestibolare periferica e in quella centrale: quadri clinici e diagnostica differenziale.
  • Approfondimenti sul VHIT dalla recente letteratura.

Relatori:

Dott. E. Armato  – Ing. E. Trifoglio

PS: Per informazioni rivolgersi a:
       Dino Raciti (3398294924)

 

        Cari Amici, Cari Colleghi,

 

i progressi in Vestibologia in questi ultimi anni sono stati davvero sorprendenti! La disponibilità di tecnologie ad un costo sempre più basso ha permesso lo sviluppo di dispositivi che consentono misurazioni impensabili fino a poco tempo fa.

Dei cinque recettori vestibolari era accessibile solo il canale laterale, valutato però ad una frequenza di stimolazione assolutamente non fisiologica a mezzo delle prove termiche, con un consistente impegno di tempo per l’operatore ed un elevato livello di stress per il paziente. La comparsa dei potenziali evocati vestibolari cervicali ed oculari insieme ai test impulsivi per i canali orizzontali e verticali ha improvvisamente dischiuso nuovi orizzonti diagnostici. L’interrogazione selettiva dei cinque recettori oggi non è più un traguardo irraggiungibile. Specifici dispositivi sono stati sviluppati per rendere il percorso diagnostico strumentale sempre più agevole, sempre più preciso e sempre più alla portata di tutti noi.

Ho cercato di creare un programma didattico che accompagnasse sia i meno esperti sia coloro che hanno già maturato dell’esperienza nei vari gradi del nostro percorso: dalle basi fisiologiche fino alla diagnostica quotidiana, in un continuum che permettesse di apprezzare gli elementi fondamentali dell’utilizzo del Video Head Impulse Test. Notevole spazio verrà riservato alle prove pratiche, di modo che ciascun partecipante possa testare in prima persona il dispositivo strumentale.

All’interno della pendrive che vi verrà consegnata troverete tutte le nostre presentazioni in formato pdf, in questo modo potrete rivederle e ragionarci su a mente fredda, senza la concitazione che si accompagna alla frequenza di qualunque corso. Inoltre, e questo credo sia un notevole benefit, sono stati raccolti tutti gli articoli della bibliografia, aggiornata a novembre del corrente anno, che sono stati utilizzati e citati nelle presentazioni. Questo vi consentirà di approfondire facilmente i temi di maggiore vostro interesse.

Con l’augurio che questo mezzo di indagine renda sempre più interessante e facile le vostre attività diagnostiche in Vestibologia, vi saluto cordialmente

 

Enrico Armato.

16 Novembre 2018

Sesto Senso

VIA MICHELE MIRAGLIA, 20  PALERMO

I Sessione : Vestibologia

MODERATORI: F. Dispenza, F. Martines, A. Serra

09.00 – 09.30 Leucoaraiosi – A. Casani

09.30 – 09.40 Presentazione di problemi in seduta plenaria – A. Casani

09.40 – 10.10 vHIT e vHIT funzionale – A. Casani

10.10 – 10.20 Presentazione di problemi in seduta plenaria – A. Casani

10.20 – 10.50 Residual Dizziness – G. Sergi

10.50 – 11.00 Presentazione dei problemi in seduta plenaria – G. Sergi

11.00 – 11.20  Dibattito sui tempi della I sessione

26-27 Ottobre 2018

18° Congresso Nazionale AIOLP

Hotel Baia dei Mulini • ERICE • TRAPANI

INTERVENTI DI NATURA VESTIBOLARE:

27 Ottobre 2018

ore 9.30 -10.45 • TAVOLA ROTONDA DI VESTIBOLOGIA. Tipizzazione ed Origine della Malattia di Ménière. È possibile definire un P.D.T. condiviso nella malattia di Ménière? Presidente: Giovanni Ralli. Moderatore: Mario Maida. Relatori: Leonardo Manzari, Eugenio Mira, Paolo Pagnini.

ore 11.20 • STRATEGIA DEL MINIMO STIMOLO NELLA DIAGNOSI E NEL TRATTAMENTO DELLA VPPB DEL CANALE LATERALE. Relatore: Giuseppe Pellitteri.

15-16 Giugno 2018

Corso di formazione vestibolare

Hotel Federico II • ENNA

24-25 Giugno 2017

Corso di formazione vestibolare

Auditorio San Francesco • SCIACCA (AG)

19 Maggio 2017

Corso di formazione vestibolare

Villa Barile • CALTANISSETTA

29 Ottobre 2016

Nuove metodiche di approccio al paziente con vertigine acuta.

Guida alla diagnosi differenziale ambulatoriale.

Percorsi diagnostici terapeutici e riabilitativi.

Villa Palocla • SCIACCA (AG)

25 Giugno 2016

Nuove metodiche di approccio al paziente con vertigine acuta.

Guida alla diagnosi differenziale.

Villa Giatra • CAMMARATA (AG)

Contattaci

Inviaci una mail, risponderemo nel più breve tempo possibile.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt